Descrizione immagine

Fosca Zanone ha origini per il 75% piemontesi e per il 25% toscane, delle quali va molto fiera; nasce tuttavia in Liguria, a Bordighera, il 18.08.1997, da madre attrice “radicata” a Genova e padre imprenditore tessile biellese con vocazione decisamente più teatrale. Dopo una primissima infanzia trascorsa nella “Superba”, viene trasferita in quel di Biella, con più precisione sulla cima di una delle colline che sovrastano il territorio biellese, a Ronco. Boschi, montagne ed animali entrano fin da subito ad interpretare un ruolo molto importante nella vita della piccola Fosca, che cresce sviluppando una gran fantasia ed una notevole propensione per il disegno e la scrittura, spesso ispirata dalla gran quantità di libri che ama leggere, in solitudine o assieme ai genitori e al fratellino minore. Fra i diversi sport praticati, la predilezione si sposta presto sull'equitazione e l'atletica; finalmente alle scuole medie, Fosca si “lancia” anche sul teatro (i genitori gestiscono una compagnia teatrale dilettantistica, l'a.r.s. Teatrando) e la musica: per cinque anni suonerà la chitarra classica, ma il grande amore nascerà con la prima chitarra elettrica, sotto la guida del geniale chitarrista Martino Pini, e la scoperta di aver sviluppato certe doti canore di tutto rispetto, affinate, dal primo anno di liceo classico in poi, grazie alle molteplici esperienze avute insieme a diverse band di giovani biellesi. Fra competizioni sportive, spettacoli, concorsi letterari e viaggi all'estero (spesso legati alle grandi passioni di cui Fosca è “affetta”, in primis la mitologia nordica e i vichinghi, la Rivoluzione Francese e gli animali), la vita della giovinetta prosegue con alti e bassi (molto bassi), ma sempre (o quasi) piena di entusiasmo ed una voglia irrefrenabile di sperimentare, scoprire, conoscere. Nel 2015 Fosca si imbatte nei Plin Foj, gruppo rock-blues anni '70/'80 composto da cinque baldi  giovani con cui nascerà la combinazione perfetta: tutt'oggi, per quanto la formazione originaria sia cambiata, i sei continuano a suonare con passione e ad alternare cover a pezzi propri. E' per un fortuito caso, che avviene l'incontro con gli Utopia239: Fosca risponde ad un annuncio di “Cercasi cantante”, ed ha inizio così la sua collaborazione ed amicizia con Massimo e gli altri membri del gruppo. Collaborazione che porterà, in un futuro prossimo, a chissà quali sorprese?!?!... Stay Tuned!